In questo articolo vogliamo condividere con voi questa bellissima esperienza che ci ha inviato il Camperista Cristiano Fabris, che ha utilizzato Garden Sharing per soggiornare con il suo Camper presso il Gardensharer Alessandro Ancillotti a Piombino.

 

"Complici i social network e catturati dallo stress quotidiano tendiamo a vivere i rapporti umani in modo troppo superficiale e ci dimentichiamo la nostra vera natura: siamo animali da branco, non solitari. Se siete anche voi di questa opinione, vi suggeriamo di leggere le prossime righe, che raccontano un weekend vissuto all’Orticillo, un luogo dove la condivisione, la genuinità e la disponibilità si manifestano in ogni gesto.

 

Siamo a sud della Riviera Etrusca, quel tratto del litorale toscano che va da Livorno a Piombino, dove da una parte c’è l’Isola d’Elba e dall’altra l’entroterra della Toscana. Un territorio ricco di storia, costumi e enograstronomia che merita di essere vissuto sia a piedi, sia in bici, sia in moto e ovviamente in camper.

 

area sosta camper Liguria

 

Ogni periodo dell'anno, riserva sorprese e motivi per soggiornare all'Orticillo. Noi ci siamo stati in occasione di due eventi, uno dedicato ai trattatori e l’altro allo “spinoso” carciofo, ma a cominciare dalla notte azzurra a giugno, che coinvolge tutti i comuni della costa, sino alle numerose sagre e fiere legate ai prodotti della terra e del mare si ha solo l’imbarazzo della scelta.

 

Per raggiungere l’area attrezzata abbiamo percorso la statale Aurelia uscendo a Riotorto e con facilità siamo arrivati a destinazione. C’è da dire che il nostro camper è lungo solo sei metri, ma in qualunque dei casi l’accesso è molto comodo privo di alberi o paletti ai lati....e poi arriva il primo benvenuto: il sorriso di Alessandro. E' lui insieme alla moglie, l’anima e il cuore dell’area.

 

 

 

Area sosta camper liguria

 

Ci siamo sistemati nelle piazzole che sono tutte attrezzate (con acqua e energia elettrica) e con vista sui campi. Apriamo la veranda, libero la bici e raggiungo Alessandro per la registrazione dei documenti. All'ingresso si trova la reception dove c'è il wifi gratuito e operativo 24 ore, il chiosco dove si vendono i prodotti dell'orto, il miele, le piante e dove e sono a disposizione le biciclette, per visitare il territorio.

 

Area sosta camper liguria

 

area sosta camper liguria

 

Non so bene dove andare con la bici e chiedo ad Alessandro. In men che non si dica, è in ginocchio per terra e con le dita sta disegnando sul terreno, la strada che dovrò percorrere per andare al mare e mi suggerisce di pranzare al Nano Verde. E’ li che osservo, le mani di chi ama e lavora la propria terra. Prima ancora che titolare dell’area quest’uomo ha nel sangue i veri valori della condivisione e del duro lavoro.

 

Il tempo di fare due chiacchiere e la cena è pronta.  Il giorno successivo, siamo svegliati da una serie di scoppiettii, alziamo lo scurino e davanti a noi si celano una dozzina di trattori che rigorosamente in fila, arano il campo. E’ una festa di colori e di ricordi per chi ha sempre disegnato e visto il trattore come “due ruote grandi dietro e due piccole davanti” senza alcun appendice e senza ritrovati tecnologici. Alessandro è il regista di questa festa che ovviamente culmina con il pranzo tutti insieme a base di prodotti offerti dalla terra e dalla selvaggina locale. 

 

 

Area sosta camper liguria

 

Dopo pranzo, inforchiamo la bicicletta, seguiamo i consigli di Alessandro e pedaliamo in mezzo alla campagna per circa 20 minuti sino ad arrivare sulla costa. Lo spettacolo che si presenta è davvero bello e selvaggio.

 

Siamo nel Bosco della Sterpaia, una riserva naturale ricca di flora a fauna, dove una parte è percorribile in bici e a piedi. Le spiagge sono molto ampie e ci sono anche quelle dedicate agli amici a “quattro zampe”.

 

Area sosta camper liguria

 

Seguiamo il sentiero e arriviamo all'Oasi Nano Verde, in mezzo ai pini marittimi e vegetazione. Aveva proprio ragione Alessandro ad indicarci questo luogo: abbiamo mangiato in mezzo al bosco, pane toscano (quello senza sale), affettati e verdure. Il tutto nel pieno rispetto della natura e dell'ecosistema, con piatti, postate e bicchieri in carta riciclata, su tavolacci di legno rustici. E dopo un riposino su un'amaca cullati dal rumore del mare, nel pomeriggio il locale diventa il teatro per piccoli concerti dal vivo: blues, rock o pop. Il tempo di farci un bagno e si torna all’Orticillo.

 

Area sosta camper liguria

 

Durante la pedalata ci fermiamo ad acquistare nel forno alle spalle dell’Orticillo, pane e formaggio freschi, mentre nel paese di Riotorto c’è un supermercato completo di tutti i generi di prima necessità.

 

La domenica decidiamo di andare alla sagra del carciofo che è facilmente raggiungibile a piedi dall’Orticillo. Qualche sguardo ai banchi dove l’ortaggio è esposto, una chiacchiera con un nutrizionista che spiega i benefici del carciofo, per il nostro fegato e come depurativo per l’organismo e decidiamo di acquistarne alcuni pezzi.

Arriviamo all’Orticillo e incontriamo Alessandro, mentre sta curando e pulendo il suo cavallo e ci chiede se vogliamo cenare la sera stessa, insieme ad amici e camperisti presenti nell’area. Noi non conoscevamo nessuno, ma spontaneità e la genuinità del titolare ci conquistano e rispondiamo di si.

 

area sosta camper liguria

 

Nel pomeriggio decidiamo di vivere meglio l’area e i suoi servizi. Carico direttamente il serbatoio dell’acqua, dal rubinetto che è già dotato di adattatore in piazzola e a mio parere, trovo questo di una comodità senza pari, perché non sei obbligato a muovere in camper. Monto la bici sul portabici e mi accorgo che il vicino carica il suo scooter nel garage. Pazienza, mi dico, il prossimo camper avrà il garage per la bici!

 

Per pranzo, ci spostiamo nella zona comune in fondo all’area. Prepariamo uno dei tre barbeque a disposizione di tutti, laviamo la frutta e verdura in uno dei quattro lavelli e pranziamo su tavoli e sedie all'ombra, realizzati da Alessandro recuperando pallet.  Adiacente all’area comune, c’è una piccola parte rialzata del terreno, dove compare una panchina circondata da rose, da cui si ammira la campagna toscana nella sua intera bellezza.

 

Area sosta camper liguria

 

E’ così che si fa pace con noi stessi,  con un capo ufficio pressante o con la suocera troppo invadente. Fiori, profumi e colori sono l’antibiotico per curare lo stress.

 

Arriviamo alla sera e incrociamo la moglie di Alessandro, che ci dice “per la cena ognuno porta qualcosa” e vede che stiamo pulendo i carciofi, si avvicina e ci invita a portarli a cena che avrebbe pensato lei a cucinarli.

 

Area sosta camper liguria

 

Ci prepariamo e ci troviamo davanti una lunghissima tavolata ed è questione di un attimo e si è già amici: le battute, lo scherzo tipico del “toscano” emergono sia tra gli uomini sia tra le donne a suon di “maremma maiala” . Non ricordo quanti tipi di pasta ho assaggiato, una di questa era preparata con i carciofi che avevamo portato, gli affettati, i formaggi e la carne alla brace mangiati, so solo che ad un certo punto sono andato a prendere due bottiglie di vino perché davvero con l’arrivo dei dolci, ti sentivi veramente a casa come quando sei in un pranzo di famiglia.

 

Un’esperienza da vivere con il cuore, con la mente e con la pancia...."

 

Siete rimasti colpiti dall'accoglienza di Alessandro Ancillotti? Volete soggiornare anche voi con il vostro Camper o Roulotte in questo tripudio di natura, pace e fucina di nuove amicizie? Dai uno sguardo all'annuncio dell'Orticillo e fatti cullare dal nostro Gardensharer, renderà unico il tuo soggiorno Plein air!

 


Guarda l'annuncio dell'Orticillo