Hai in mente di trascorrere qualche giorno in tenda durante l'autunno? La presenza ridotta di campeggiatori, e l'assenza di afa e zanzare, ti permetteranno di vivere un'esperienza ancora più rilassante. Prima di iniziare questa avventura non dimenticare che ti troverai molto probabilmente al cospetto di temperature più basse e a giornate (ma soprattutto nottate) piuttosto umide. 

Ecco alcuni consigli per prepararti al meglio.

Scegliere la tenda giusta

Opta per un modello quattro stagioni che offra un involucro realizzato in tessuto isolante in grado di resistere senza problemi sia alla pioggia che a venti anche forti. Se possibile scegli un modello a doppia parete; tieni presente, però, che tale soluzione finirà inevitabilmente per aumentare il peso complessivo della tenda. 

Valuta attentamente il numero di persone da ospitare, evitando di scegliere un modello troppo grande. Ridurre lo spazio vuoto all'interno, infatti, renderà la tenda più calda e, di conseguenza, più confortevole.

Utilizzare un sacco a pelo adatto

Fondamentale è la scelta del sacco a pelo. Prima di procedere all'acquisto verifica le previsioni del tempo, controllando in particolare le temperature. Il sacco deve poter resistere anche se le temperature dovessero calare ulteriormente di una decina di gradi. 

L'aggiunta di una fodera ti consentirà di dormire al caldo anche a temperature nominali inferiori di 15 gradi rispetto al previsto. Qualora dovessi iniziare a sudare ti sarà sufficiente sfoderare il sacco. Posiziona a terra un panno o un tappeto espanso a cellule chiuse: eviterai all'umidità di penetrare.

Usare un materassino sotto al sacco a pelo

Chi ha già campeggiato nei mesi autunnali è perfettamente consapevole dell'importanza di avere con sé un materassino gonfiabile. Riposerai piacevolmente con la certezza di essere perfettamente isolato da eventuale terreno umido e bagnato. È utile anche munirsi di un contenitore termico riempito di acqua bollente. Il calore generato dall'acqua alzerà la temperatura di qualche grado.

Scegliere vestiti adatti 

Anche la scelta dell'abbigliamento deve tenere conto del periodo invernale. La cosa migliore sarebbe vestirsi a strati. Capi intimi lunghi e realizzati in fibra sintetica riusciranno a contenere il calore mantenendo lontana l'umidità. A un secondo strato isolante basato su indumenti in pile seguirà un terzo strato, rappresentato da una giacca antivento e impermeabile.

Tenere sempre addosso vestiti asciutti

Considerando che ti verrai a trovare all'aperto in condizioni di umidità, verifica di avere sempre a disposizione vestiti asciutti. Una buona abitudine per campeggiare in autunno consiste nel trasferire i capi umidi in fondo alla tenda, in modo che possano riscaldarsi più velocemente. Posizionarli presso l'apertura, invece, porterebbe unicamente a un calo della temperatura all'interno della tenda.

Indossare un berretto

Nel preparare la sacca ricordati di inserire al suo interno calzettoni, scarpe isolanti, guanti foderati e un berretto di lana. Quest'ultimo andrà indossato in previsione di nottate piuttosto fresche.

Portare con sé medicine per i malanni stagionali

Spesso sottovalutate, in realtà le medicine rivestono un ruolo cruciale per chi è in partenza per il campeggio, indipendentemente dalla stagione. Questo è ancora più vero in autunno e in inverno, periodi in cui i malanni stagionali sono frequenti. Medicine di prima necessità eviteranno che un semplice malessere possa trasformarsi in qualcosa di più serio. In molti casi una semplice aspirina sarà in grado di risolvere parecchi problemi.

Attrezzi e ingredienti per cucinare 

All'immancabile fornello, a gas o multifuel, dovranno affiancarsi una pentola per la bollitura dell'acqua, un paio di padelle in alluminio (più leggere da trasportare), qualche coltello da cucina, una scodella, delle tazze termiche, posate e tovagliette in stoffa, accendini, uno straccio per asciugarsi le mani e un rotolo di carta assorbente.

Scegliere la giusta posizione per la tenda

Valuta innanzitutto che il luogo scelto offra ampia copertura dal vento. Posizionando la tenda verso est beneficeresti dei raggi del sole al mattino. Se sono presenti alberi con rami innevati e tronchi pendenti meglio allontanarsi di qualche metro. Sono sconsigliate, in autunno e nella stagione invernale, anche aree poste a poca distanza da un corso d'acqua, poiché potrebbero essere soggette ad alluvioni.

Fissare bene la tenda

La tenda dovrà essere perfettamente fissata al terreno. Procedi al montaggio dopo aver posizionato un panno a terra. Servendoti di supporti supplementari renderai il tuo rifugio particolarmente resistente al vento, e questo ti consentirà di campeggiare anche in zone particolarmente ventose.

Affidandoti a Garden Sharing per cercare una piazzola per il tuo campeggio avrai a disposizione sulla piattaforma spazi privati offerti dai relativi proprietari e potrai prenotare direttamente online.