Festa della tradizione e del folclore popolare: idee per un Carnevale 2019 all'insegna del gusto e divertimento in camper o roulotte in giro per l'Italia.

Come molti di noi sapranno il Carnevale a differenza di altri eventi non ha una data ben precisa, considerando anche il suo collegamento con la Pasqua. Tenendo conto delle sei settimane che intercorrono tra quest’ultima ed il Carnevale, i giorni dei festeggiamenti previsti per il Carnevale 2019 saranno rispettivamente; il 28 Febbraio (Giovedì Grasso) e il 5 Marzo (Martedì Grasso).

Molte città, tuttavia, daranno inizio alle manifestazioni già da metà febbraio, essendo un’ ottima occasione per divertirsi, partecipare a feste in maschera e concedersi qualche peccato di gola con dolci caratteristici della nostra tradizione in vista delle rinunce quaresimali.

Quale miglior occasione per visitare in camper o in roulotte luoghi ricchi di colori, di maschere ed assaggiare specialità tipiche regionali?

 

Nella patria del Burlamacco e di Ondina a Viareggio 

La nostra prima proposta è il famoso Carnevale di Viareggio, località balneare Toscana che ospita dal 1873 una delle maggiori manifestazioni del folclore e della tradizione carnevalesca italiana. Simbolo di Viareggio è sicuramente la maschera di Burlamacco, ideata da Uberto Bonetti nel 1930 che assieme alla sua compagna Ondina introduce ai festeggiamenti.

La sfilata dei carri allegorici per la città è un evento imperdibile e di rara bellezza per l’originalità e la maestria con cui i carri di carta pesta vengono realizzati. L’evento è una buona occasione per visitare la Cittadella del Carnevale che dal 2001 ospita le passate creazioni dei maestri e due Musei. Il primo dedicato alla storia dei carri del Carnevale ed il secondo al Carnevalotto, opere d’arte ispirate al Carnevale viareggino.

Tra i dolci tipici della tradizione immancabili sono le frittelle con riso ed uvetta, i “cenci” (chiacchiere), strisce di pasta fritta cosparse di zucchero a velo, e le “Ondine” dolcetti fritti ripieni dicrema che devono il loro nome alla maschera di Ondina, compagna di Burlamacco. Piccoli peccati di gola da assaggiare e gustare camminando per le strade di Viareggio.

Carnevale2019_Carnevale_Viareggio 

 

Il “Pupo” e la Musica Arabita del Carnevale di Fano

Altro celeberrimo Carnevale è il quello di Fano, ridente cittadina della costa marchigiana. La tradizione dei festeggiamenti per il carnevale risale addirittura al 1347 rendendo questa festività la più antica d’ Italia come confermato da documenti storici presenti nell'archivio di stato.

Ogni anno la tradizionale sfilata di carri allegorici culmina nel giovedì grasso con il sacrificio del  Pupo”, simbolo o “capro espiatorio” di tutti i peccati carnali commessi in precedenza e giustiziato per il bene collettivo. Il “Pupo”, non avendo una forma stabilita prende le sembianze di un personaggio in base alle tendenze del momento.

La sfilata si chiude come da consuetudine con le esibizioni musicali di artisti locali che hanno ribattezzato il proprio stile come “Musica Arabita” (musica arrabbiata), a denotare il carattere particolarmente satirico e giocoso della manifestazione.

L'ampio panorama della tradizione pasticcera delle Marche include i famosi “scroccafusi", (palline di pasta lessata e poi fritta, spolverate con zucchero a velo e bagnate di alchermes), che devono il loro nome allo scrocchiare della pasta sotto i denti.

Da non dimenticare la deliziosa cicerchiata fatta con palline di pasta fritta oppure al forno, ripassate rigorosamente nel miele bollente con aggiunta di frutta secca e candita. A chiudere la carrellata troviamo le più conosciute “sfrappe”, assieme a castagnole ripiene di crema e limoncini conditi con scorzette di limone.

Carnevale2019_Carnevale_Fano

 

Se anche tu come noi, ti stai già leccando i baffi, non resta che cercare la sistemazione più adatta per tuo camper o roulotte tra le nostre proposte, prenotare e fare le valigie…il Carnevale di aspetta!

 


Guarda gli annunci dei nostri Gardensharer